30 Settembre 2020

CENTRODESTRA UNITO

QUELLO DEI CITTADINI !!

Coronavirus/La Vallelunga scrive ai Ministeri De Micheli e Lamorgese.

Milano 12/ 03/ 2020
VIA PEC
Gent.ma Signora Ministro De Micheli
Gent.ma Signora Ministro La Morgese


OGGETTO: URGENTE RICHIESTA di blocco sbarchi immigrati in
Sicilia – richiesta apertura indagine per la questione mascherine
Gent.ma Ministro De Micheli e Ministro La Morgese,


dopo qualche giorno di interruzione degli sbarchi, i canali di informazione dicono che sono tornati gli sbarchi in Sicilia. Questa notizia mette molta preoccupazione alla popolazione che in questo periodo sta affrontando enormi sacrifici sia in termini economici, avendo chiuso le attività che erano per molti anche unica fonte di reddito familiare con un quadro generale ormai drammatico più che mai sia in termini di libertà personale (per via degli ” arresti domiciliari ” pur senza aver commesso reati che per la perdita di vite umane, per quanto tutto ciò fosse necessario in tutela della salute pubblica.Il Governo era stato allertato dalla sottoscritta
per iscritto già il 1 Febbraio su più punti emergenziali a partire dalla curiosa mancanza di mascherine già a fine gennaio e avrebbe dovuto adoperarsi, a mio parere, distribuendo mascherine gratuite al fine di tutelare medici, pazienti , forze dell’ordine , lavoratori , cittadini sani e malati cronici per prevenire i contagi ma ciò, purtroppo non è successo.
Ho contattato i vari funzionari ministeriali preposti ,giorni fa ,per evidenziare sia la questione mezzi di trasporto che non venivano sanificati sia per chiedere la soppressione del treno serale Milano -Palermo e finalmente la soppressione è avvenuta ma sulla sanificazioni le compagnie dei treni danno pareri contrastanti dicevano non l avrebbero ripetuta nel tempo invece chiedo che si possa mettere in atto una sanificazione specie sui treni a lunga percorrenza una volta che riprenderanno in futuro regolarmente almeno per ogni fine viaggio e una sanificazione con periodicità su quelli veloci, lasciando anche disponibilità sui treni
delle mascherine per chi ne fa richiesta e non solo ora che siamo in emergenza perchè il virus anche se dovessimo sconfiggerlo i virologi dicono che potrebbe sempre tornare.
A fronte di tali sacrifici messi in atto della popolazione italiana, tornando agli sbarchi,mi permetto di dire che non è accettabile che arrivino sbarchi che potrebbero vanificare i sacrifici del popolo italiano o che si possa mettere in pericolo di contagio la popolazione nazionale ! Io stessa che dovevo andare in Sicilia per motivi familiari e politici, vivendo in Lombardia ho rinviato per senso civico , per senso di responsabilità e per tutelare i siciliani e allora i nostri sacrifici a cosa servono di tutti i connazionali,se poi se poi gli sbarchi proseguono regolarmente ? Il Sindaco Martello pochi giorni fa diceva su un articolo uscito su RAI NEWS( http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/migranti-lampedusa-26-
quarantena-coronavirus-b25237c8-47d3-4010-9f44-4c7e418e3802.html
), che sull’isola non c erano casi di coronavirus. I 26 migranti arrivati pochi
giorni erano stati messi in quarantena con divieto di allontanarsi dal
centro di accoglienza ma successivamente lo stesso Sindaco ha detto che i
nuovi arrivi di migranti andavano subito trasferiti in un’altra struttura senza entrare in contatto con chi già risiede sull’isola di Lampedusa, e difatti , il Sindaco appellandosi a Lei Signora Ministro Lamorgese, ne ha ottenuto il trasferimento a Porto Empedocle…ma come si potrà “ proteggere “ tutta la popolazione siciliana ?
Non cè il rischio che si possa proteggereb una parte di popolazione siciliana a “scapito” di un’ altra ‘? certo ora i numeri degli sbarchi sono numeri contenibili ma se dovessero riprendere numerosi che succederà ai nostri siciliani e all’ Italia tutta se i migranti dovessero sfuggire ai controlli o dalle strutture di accoglienza ? Tutti i nostri sacrifici diventerebbero vani oltre che non abbiamo mascherine! A proposito delle mascherine vorrei evidenziare una specie di discriminazione avvenuta una settimana fa ,in quanto le mascherine sembrerebbe siano state “rese disponibili “per una parte di popolazione e non per un altra… e questa è a mio parere una “discriminazione” inaccettabile…(se poi facciamo sbarcare dei migranti in una città piuttosto che in un altra anche questa a mio parere è una forma di
discriminazione imposta ai residenti ) ma tornando un attimo alle mascherine, circa una settimana fa un carico di mascherine destinato alla Lombardia non è più arrivato a destinazione e l’ azienda fornitrice ha detto come giustificazione alle farmacie lombarde che tali mascherine erano state trattenute a Roma ( ma da chi? E perché trattenute tutte ?) Roma a mio parere non è diversa da Milano… Le mascherine a mio parere dovevano andare divise in parte tra le regioni che ne avevano urgente necessità e una piccola parte andava distribuita a mio modo di vedere anche nelle altre città , invece sembrerebbe che alcuni ne hanno avuto centinaia.. e altri no.. ma ci sono molte malattie a parte il Coronavirus per le quali i cittadini italiani , tutti,( da Palermo a Campiglio) ,hanno bisogno delle mascherine e l’ assenza ha messo in pericolo la vita di tanti affetti da malattie autoimmuni croniche ma anche tanti lavoratori stiamo piangendo adesso l’operatore del 118 di Bergamo che ho il dubbio fosse privo di dispositivi di protezione…e questo discorso molto più articolato sulla mancanza di mascherine lo avevo evidenziato per iscritto al Ministro Speranza il 01 Febbraio visto che le mascherine erano stranamente sparite dai fornitori e dalle farmacie a metà gennaio anche in Italia senza che allora noi avessimo diffusione del virus e quindi apparentemente senza motivo !.E allora a fronte di queste premesse, nell’ interesse pubblico diffuso a tutela della salute pubblica a causa della drammaticità di quanto stiamo vivendo visto che ormai i malati dal nord vengono trasferiti con aerei militari e ricoverati al sud per carenza di posti e visto che da noi manca proprio anche la materia prima ovvero i Dispositivi individuali di protezione per tutti e che ormai in Italia scarseggiano anche i posti in rianimazione, in qualità di Presidente del Partito Politico Rinnovamento per l ‘Italia, in tutela degli italiani a causa della presenza massiccia in Italia di questo virus letale la cui incubazione può arrivare anche fino a 24 giorni, chiedo che possiate considerare a tutela della salute pubblica Nazionale il blocco immediato dello sbarco e di impedire specialmente in questo mese,ma almeno per un lungo periodo, l’ arrivo di migranti al fine di tutelare la salute pubblica e di tutti i siciliani visto che al momento a Lampedusa non ci sono casi ma come dice la scienza molti casi sono asintomatici e se sbarcassero contagiati con una manifestazione del virus a 25 giorni la salute dei siciliani tutti sarebbe a rischio non solo per il virus a diffusione incontrollabile ma anche per scarsa disponibilità di rianimazioni presso gli ospedali siciliani ( e ormai non appunto ne abbiamo poche anche nel resto d’Italia ) ! Posto quindi che persino i migranti che sbarcano rischiano la salute per contagi e assenza di numero sufficiente di reparti di rianimazione,come si può consentire lo sbarco? oltre che se dovessero essere affetti dal virus rischiamo di
creare un alto numero di nuovi casi che andrebbe ad infettare i nostri cittadini italiani e tutti, tutti ( italiani e migranti ) resterebbero privi di cure , privi di rianimazione e questo rischio visti i numeri di guerra che ormai abbiamo in Italia tra deceduti e infetti,non può essere trascurato!
Auspico quindi che possiate considerare e attivare con immediatezza le azioni politiche di blocco degli sbarchi a tutela degli italiani , chiedo anche con la presente formalmente che il Ministro Lamorgese consideri di aprire d’ufficio una procedimento contro ignoti per capire la motivazione della sparizione delle mascherine iniziata già il 23 Gennaio anche da noi in Italia cosa che a mio parere ha esposto tanti italiani a contagi cosi numerosi e a questa situazione drammatica e che sta causando anche tanti decessi da bollettini di guerra. almeno stando ai media e ogni singola vita dei nostri cittadini va protetta che sia giovane o meno giovane.
In attesa di avere al più presto una risposta da parte Vs per i quesiti di competenza dei rispettabili Ministeri, e di avere una spiegazione anche nel merito di alcune osservazioni mosse nella presente , certa della Vostra sensibilità al problema resto preoccupata per la vita dei nostri concittadini italiani a causa del Coronavirus ma in fiduciosa attesa di una soluzione in tempi rapidi da parte Vs oltre che in attesa di avere tutte le risposte del caso. L’occasione mi è gradita per porgere c.s